E' stato ritrovato nel pomeriggio di lunedì il corpo senza vita di Michael Costa, il 25enne di cui si erano perse le tracce da sabato pomeriggio.

 

L'allarme era stato lanciato nella sera del 20 aprile dai genitori del giovane: Michael, originario di Asola (Mantova) e residente a Piadena (Cremona), sabato mattina era partito in macchina per recarsi nel Bresciano per un'escursione. Fino al pomeriggio il suo telefono risultava raggiungibile, ed il giovane aveva anche pubblicato qualche foto sui social network, poi il silenzio.

Da qui, l'allarme lanciato dai genitori: al lavoro per le ricerche la V Delegazione del Soccorso Alpino, i Carabinieri ed i Vigili del Fuoco. Il ritrovamento dell'auto a Zone aveva permesso di restringere le ricerche alla zona del Monte Guglielmo. Ricerche che sono andate avanti anche durante la giornata di Pasqua, senza esito. Infine, lunedì pomeriggio, durante il sorvolo, il ritrovamento del corpo del giovane, a 1.350 metri di altitudine, in una zona boscosa. Restano da chiarire le dinamiche dell'incidente.

Vai all'inizio della pagina