Sul lago d’Iseo si è verificato un caso di legionella.

 

Un turista olandese in vacanza sul Sebino ha accusato i sintomi, simili a quelli dell’influenza: il sospetto è venuto ad un amico medico. La conferma è arrivata dopo il ricovero all’ospedale di Ome, dove l’uomo ha ricevuto una prognosi di cinque giorni. Stando all’indagine epidemiologica condotta dall’Ats Brescia, sembra che il batterio si trovasse nell’acqua della barca che il turista aveva noleggiato.

Nessun rischio contagio, ma l’episodio desta comunque preoccupazione, dal momento che nelle settimane scorse sono state oltre cinquanta le persone contagiate in provincia di Milano, di cui quattro decedute. In provincia di Brescia, da gennaio ad oggi, i casi sono stati 27, tutti scollegati tra di loro.

Vai all'inizio della pagina