Non bastassero gli incendi dolosi, l’alta Valle è nel mirino dei ladri.

Sono settimane infatti che si susseguono furti nelle cascine.

In località Mortirolo di Monno una decina di giorni fa, dopo aver forzato porte e finestre, ignoti hanno portato via in particolare attrezzi come motoseghe e falciatrici, oltre ad oggetti di vario genere.

Più particolari invece i gusti dei malviventi che si sono addentrati in Val Paghera di Vezza d’Oglio: hanno puntato dritto al congelatore, svuotandolo delle scorte di carne e salumi.

Infine, nella notte tra mercoledì e giovedì, mentre tutti erano intenti a spegnere l’incendio di Temù, sono state razziate sette o otto baite in Val di Canè, a Vione. Sui furti sono in corso indagini.

Vai all'inizio della pagina