Una donna di 51 anni di Provaglio d’Iseo è morta martedì al civile di Brescia a pochi giorni dal rientro dalle ferie a Salsomaggiore.

Tutti gli indizi fanno pensare ad un nuovo caso di legionella, tanto che la Procura di Brescia ha aperto una nuova inchiesta e disposto l’autopsia.

La 51enne abitava sul Sebino, fuori zona dunque rispetto ai casi che a fine estate hanno interessato in particolare la Bassa bresciana orientale.

Come in altri casi di decesso, la legionella ha minato un fisico già segnato. La donna, infatti, era affetta da una forma tumorale.

Il primo aspetto da appurare è relativo alla zona di contagio.

Dato che il periodo di incubazione della malattia è solitamente compreso tra i due e i dieci giorni, la donna potrebbe aver contratto la legionella a Brescia, dove è stata ricoverata in ospedale per qualche giorno, a Provaglio d’Iseo oppure a Salsomaggiore. Lontano comunque dalla Bassa, fin qui considerata zona rossa.

Vai all'inizio della pagina