Due mesi di attesa.

Saranno depositati in Procura a Brescia tra sessanta giorni esatti i risultati delle autopsie eseguite martedì a Brescia sui corpicini di Marco e Cristian, due dei quattro neonati morti in una settimana nel reparto di terapia intensiva neonatale del Civile.

Sotto inchiesta i decessi di Nicole,  Cristian, e Marco, tutti prematuri, che hanno occupato la stessa stanza della Terapia intensiva neonatale.

Sul caso di Cristian, di origini straniere nato in un ospedale diverso, il Civile spiega che è subentrata una grave insufficienza respiratoria.

Il decesso di Nicole, risalente al 30 dicembre si è verificato in una condizione di prematurità estrema a causa di una enterocolite necrotizzante.

Resta invece da chiarire il tipo di infezione che ha ucciso il piccolo Marco, l'ultimo a morire. I genitori - mamma Denise Malvicini, originaria di Roccafranca, e papà Andrea Simone Gentilini, metalmeccanico - risiedono a Costa Volpino da 13 anni e hanno già un figlio, Alessandro, di 11 anni.

L’inchiesta per omicidio colposo è attualmente contro ignoti.

Vai all'inizio della pagina