A poche ore dalla scomparsa di Vincenza Nodari, detta ‘Censa’, staffetta partigiana di Esine, la Vallecamonica piange anche Francesco Andreoli, ex internato militare, detto ‘Gancio’, morto a 94 anni.

 

Nato a Gianico nel 1924, Andreoli è stato uno dei soldati camuni che, dopo l’armistizio dell’8 settembre 1943, furono catturati dai tedeschi e spediti nei campi di detenzione. Ad Andreoli, nell’aprile scorso, fu consegnato proprio a Gianico un riconoscimento insieme ad altri 9 ex internati, in occasione della Giornata del Riconoscimento.

Andreoli lascia i figli Paolo, Antonio, Piergiacomo ed Angela. Dopo la veglia di preghiera di ieri nella Rsa Rizzieri di Piamborno, dopo l’Associazione Nazionale Ex Internati ha posto un labaro in suo onore, i funerali di Andreoli si terranno lunedì pomeriggio, alle ore 15:00, nella chiesa parrocchiale di Gianico, partendo da Piamborno.

Vai all'inizio della pagina