Il 29 maggio, d’ora in poi, sarà la festa liturgica di San Paolo VI.

Lo dice un decreto della Congregazione del Culto divino e la disciplina dei sacramenti diffuso oggi dalla Sala Stampa della Santa Sede: “Considerata la santità di vita di questo Sommo Pontefice testimoniata nelle opere e nelle parole, tenendo conto del grande influsso esercitato dal suo ministero apostolico per la Chiesa sparsa su tutta la terra, il Santo Padre Francesco, accogliendo le petizioni e i desideri del Popolo di Dio, ha disposto che la celebrazione di san Paolo VI, papa, sia iscritta nel Calendario Romano Generale, il 29 maggio, con il grado di memoria facoltativa”.

La data della nuova memoria liturgica, che corrisponde al giorno dell’ordinazione sacerdotale del bresciano Giovanni Battista Montini: 29 maggio 1920, “dovrà essere inserita in tutti i Calendari e Libri liturgici per la celebrazione della Messa e della Liturgia delle Ore”, si legge ancora nel decreto.

Montini divenne Papa Paolo VI il 21 giugno 1963.

Vai all'inizio della pagina