Abita a Darfo Boario Terme il giovane che avrebbe fatto esplodere in Curva Nord lo scorso 30 gennaio, durante la partita di Coppa Italia Atalanta-Juventus, una bomba carta.

Il tifoso, 21 anni, è stato identificato dalla Questura di Bergamo grazie alle immagini delle telecamere installate all'interno dello stadio.

Adesso subirà un Daspo, misura che prevede il divieto di accedere alle manifestazioni sportive fino a cinque anni.

Venerdì è scattata la perquisizione a casa del 21enne, dove sono state trovate cinque bombe carta e altro materiale pirotecnico.

La Questura di Bergamo ha avviato il procedimento per l'irrogazione del Daspo nei suoi confronti, sia per l'introduzione della bomba carta all'interno dell'impianto sportivo, che per l'esplosione.

Vai all'inizio della pagina