Nuova sede per la sezione intercomunale Avis di Breno.

I locali, situati a Breno, al piano interrato delle scuole, in via Sammaione, sono stati ammodernati, resi più funzionali e luminosi, meglio organizzati e arredati.

Ad accogliere il pubblico si trovano ora una reception con bancone e una sala riunioni. Un nuovo spazio è stato ricavato per le visite mediche, l’ufficio amministrativo è stato ingrandito e l’archivio risistemato.

Il responsabile di zona Marcello Ravani si è complimentato con il gruppo di Breno per i nuovi uffici, che verranno inaugurati ufficialmente in primavera.

Già da qualche giorno però i volontari sono entrati per lavorarci e proseguire la loro attività. Attività con il segno più, per quanto riguarda i numeri: nella relazione letta dal presidente Giuseppe Gasparini nel corso dell’assemblea annuale dei soci di sabato scorso ai referenti dei 17 gruppi affiliati all'intercomunale, infatti, il presidente ha ricordato che pur a fronte di un lieve calo di soci (880 contro i 900 del 2017) c'è stato un incremento del numero delle donazioni (sono state 2.011 nel 2018 contro le 1.953 di due anni fa), equivalenti a un indice di donazione del 2,26% (era al 2,21% nel 2017).

Il direttore sanitario Antonio Zeminian ha eseguito 173 visite, di cui 17 rientri e 156 aspiranti avisini.

Anche nel 2018 il dato negativo riguarda i donatori prenotati che non si sono presentati all’appuntamento: dei 2.403 prenotati, 45 non hanno potuto donare (per patologie del momento) ma 347 (erano 290 del 2017) non si sono presentati, facendo schizzare la percentuale di assenteismo intorno al 15%.

Vai all'inizio della pagina