A Breno si fanno passi avanti per il progetto della piscina, fortemente voluto da Sandro Farisoglio, sindaco del paese.

 

Così, il Comune ha completato l’acquisizione dei 4.110 metri quadri di terreno in via Folgore, dove è stato deciso che sorgerà l’impianto, dall’Istituto per il sostentamento del clero, ad un costo di poco meno di 40mila euro. Ora si attende la presentazione del progetto definitivo, ma prima di procedere bisognerà rimuovere il traliccio della linea elettrica che si trova in zona.

Per un cantiere che si deve ancora aprire, altri due, invece, proseguono: uno è quello di piazza Ronchi, dove i lavori per la riqualificazione della piazza (sotto cui sorgerà un nuovo parcheggio) si alternano a quelli della Sovrintendenza, dopo il ritrovamento di alcuni scheletri; l’altro è quello per l’ascensore per il castello, per cui ora si lavora alle opere edili.

A proposito di castello, il Comune ha trovato il nuovo gestore, dopo la rinuncia di Elisabetta Ravelli del Ristodancing di Esine: sarà Marco Ducoli, chef brenese per quasi dieci anni cuoco dell’osteria ‘Al Cantinì’ di Borno, ad occuparsi del maniero per la prossima estate.

Vai all'inizio della pagina