Era stato seguito attentamente dai Carabinieri di Esine, l’operaio 30enne finito in manette venerdì scorso per detenzione di droga.

 

L’uomo, già noto alle Forze dell’Ordine per piccoli reati precedenti, pensava di aver trovato il nascondiglio ideale alle sostanze stupefacenti che spacciava, ovvero una plafoniera in un locale comune nelle cantine del condominio di residenza.

Venerdì i Carabinieri, dopo aver studiato i suoi movimenti, si sono nascosti in una cantina: una volta rientrato a casa, il 30enne è sceso al piano interrato ed ha iniziato ad armeggiare dentro la plafoniera, estraendo un involucro con all’interno 100 grammi di cocaina. L’operaio è stato così fermato e sottoposto a perquisizione: nelle sue tasche sono state trovate altre tre dosi di droga. Immediato l’arresto, convalidato dal Giudice del Tribunale di Brescia, che lo ha sottoposto ai domiciliari.

Vai all'inizio della pagina