Era solo l’ultimo di una serie di episodi di violenza quello che, nei giorni scorsi, ha portato una donna di Artogne a denunciare il figlio 23enne per violenza.

 

Dopo una lite per futili motivi, il giovane aveva picchiato la madre, provocandole ferite che l’hanno costretta a recarsi al Pronto Soccorso di Esine. Giunti sul posto dopo la segnalazione degli altri familiari, i Carabinieri hanno raccolto la denuncia della donna, che da tempo sopportava il comportamento del figlio, sempre più violento. L’Autorità Giudiziaria di Brescia ha così emesso un’ordinanza di custodia cautelare per il giovane, che è stato condotto nel carcere di Canton Mombello.

Vai all'inizio della pagina