La maggior parte delle persone fatte evacuare martedì può far rientro a casa.

Dopo i dovuti soppralluoghi sono state dichiarate agibili le abitazioni sfollate dopo la frana che ha registrato almeno quattro colate di fango e detriti nella frazione Mazzunno di Angolo Terme.

Soltanto sei persone, quelle che abitano nel punto più vicino allo smottamento, non faranno rientro a casa e saranno ospitate da parenti oppure pernotteranno in albergo.

In tutto martedì sera 26 famiglie, per un totale di 68 persone, hanno dovuto lasciare la loro casa, su ordine del Comandante dei VVFF di Brescia Natalia Restuccia.

La situazione ad Angolo Terme è costantemente monitorata, con i Vigili del Fuoco e la Protezione Civile a presidiare le vie Bregno, Viale Italia, Piazza San Giacomo e Viale Terme di Mazzunno.

Nel pomeriggio la pioggia ha ricominciato a scendere, ma fortunatamente è in atto un netto miglioramento delle condizioni meteo e una decisa attenuazione dei fenomeni per le prossime ore, dato che fa ben sperare in un graduale rientro alla normalità.

Il sindaco Alessandro Morandini ha allestito in municipio il Centro operativo misto, dove l'emergenza è gestita in stretto contatto con la Prefettura.

Vai all'inizio della pagina