Non sono state solo le strade ad essere colpite dagli effetti del maltempo di martedì.

 

A risentirne, anche le coltivazioni: Coldiretti è al lavoro per raccogliere le segnalazioni degli agricoltori, che si concentrano, nel Bresciano, soprattutto a Leno e Ghedi, colpite dalla grandine, che ha danneggiato le coltivazioni di mais per il 70-80%.

In Vallecamonica i danni maggiori sono stati registrati alle colture di erba medica ad uso foraggio per l’alimentazione del bestiame, ma anche alle coltivazioni ortofrutticole di zucchine e mirtilli.  Secondo Coldiretti negli ultimi dieci anni il maltempo e gli sbalzi climatici hanno provocato danni all’agricoltura italiana per oltre 14 miliardi di euro.

Vai all'inizio della pagina