Apertura di carattere politico per Giornale di Brescia, che aggiorna i suoi lettori del caso Bankitalia “Bankitalia senza pace. Renzi attacca ancora, il Cav difende Draghi”. Bresciaoggi fa riferimento invece al referendum sull’autonomia e ai commenti seguiti, nel mondo politico bresciano, all’apertura di Gentiloni sull’autonomia delle Regioni. “Gentiloni non convince Brescia”. Nel taglio alto di Bresciaoggi l’emergenza aviaria, che ha portato all’abbattimento di almeno 500mila capi tra tacchini, anatre e galline.
la festa del Ringraziamento a Palazzolo di ieri nella fotonotizia di GdB, con la messa celebrata dal vescovo Tremolada.
Tanto lo sport del lunedì, con l’attesa partita della Nazionale di stasera, il pareggio del Brescia e la Germani Basket, che continua a collezionare vittorie.

La rassegna stampa locale di oggi si concentra su una serie di notizie di cronaca locale. Si parte, con l’apertura di Giornale di Brescia, con la morte di Matteo Silini, 20enne di Temù che alloggiava nello studentato Nest di Trento e che, per cause ancora da chiarire, ha perso la vita ieri nel letto della camera singola che gli era stata assegnata. “Tragico Halloween muore studente” è il forte titolo scelto da Giornale di Brescia, anche se poi, nel sommario, si legge che le cause del decesso sono da chiarire.
“Studente ritrovato senza vita dopo la festa di Halloween”, scrive anche Bresciaoggi. Anche in questo caso i due fatti, la festa di Halloween e la morte del 20enne, vengono messi in relazione.
“Studente camuno morto per un malore in un pensionato” leggiamo su Corriere Brescia, unico quotidiano locale in cui non si fa riferimento alla festa della sera prima. Eco di Bergamo: “Giovane muore dopo la festa di Halloween”. Il quotidiano bergamasco riprende anch’esso la notizia perché la madre della vittima è di Alzano Lombardo.
Le notizie di cronaca bresciana e bergamasca si intrecciano ancora quando si parla di un’altra tragedia, quella avvenuta a Palosco. “Palosco, auto fuori strada, muoiono a 14 e 17 anni”. Le due vittime sono bresciane, quindi troviamo titoli e foto che riguardano l’incidente anche su GdB e Bresciaoggi. Si tratta di un 14enne di Pontoglio e di un 17enne di Rudiano. Entrambi frequentavano il Cfp di Chiari.
Apertura di Bresciaoggi invece per l’incredibile fine di un 56enne di Pontevico, che è stato travolto e ucciso da un’auto mentre aiutava la figlia a spostare la macchina, ferma in panne lungo la 45bis, a Bassano Bresciano. La notizia viene ripresa anche dagli altri quotidiani bresciani.

Apertura con il Rosatellum anche quest’oggi Giornale di Brescia. “Voto caos al Senato ma le legge incassa cinque sì”. Bresciaoggi dedica all’argomento l’editoriale di Alessandro Corti dal titolo “Una riforma dimezzata”, mentre il titolo principale è “Pensioni, retromarcia sull’età”.

In apertura sull’Eco di Bergamo la cronaca, con un grave incidente che ha provocato la morte di un 20enne. Purtroppo anche le prime pagine bresciane parlano di una giovane vittima: si tratta del boscaiolo della Val di Non che ieri è rimasto schiacciato da un tronco mentre tagliava alberi con una ditta nei boschi di Montecampione.

Spazio, sempre per la cronaca, sempre sui giornali bresciani, alla vicenda del furto delle reliquie di San Giovanni Paolo II. Il GdB mette il virgolettato del Card. Re: “Restituitela”. Bresciaoggi, che aveva pubblicato la notizia già ieri, torna a Tignale per raccontare che il parroco ha affisso un cartello in cui si legge che i carabinieri stanno indagando in paese. Un’accusa che renderebbe ancor più grave il sacrilegio. Anche Voce del Popolo mette in primo piano la notizia nel numero di questa settimana riprendendo un detto popolare: “Scherza con i fanti ma lascia stare i santi”.

Anche i giornali locali dedicano ampio spazio in prima pagina ai risultati delle elezioni in Sicilia, che hanno visto vincere Nello Musumeci, rappresentante del centrodestra. Il Giornale d Brescia, però, aggiunge che la vittoria potrebbe rafforzare l'asse Forza Italia-Lega Nord in vista delle elezioni cittadine.

Per quanto riguarda la cronaca, nelle pagine dedicate alla Valle si parla ancora dell'incidente di domenica scorsa sulla Statale 42, in cui ha perso la vita Tina Villano, di cui oggi si celebrano i funerali. Sempre oggi, il 26enne alla guida dell'auto che si è scontrata contro la macchina della donna affronta l'udienza in Tribunale. Il Bresciaoggi, in prima pagina, racconta anche dell'incidente avvenuto ieri in A4, fortunatamente senza gravi feriti, che ha coinvolto un camion.

Sempre all'interno dei giornali, spazio all'ambiente, con il progetto 'Move in green', del Ministero dell'ambiente, Comunità montana, Bim e Provincia di Brescia, che amplierà in Vallecamonica il servizio di bike sharing e diffonderà l'utilizzo di mezzi elettrici. Nell'inserto bresciano del Corriere della Sera, invece, si parla della bonifica del campo d'atletica Galvesi e del Parco Passo Gavia, ma in prima pagina c'è anche un reportage sui taxi abusivi in stazione a Brescia. Il Giornale di Brescia, inoltre, si parla dell'approvazione del Comune di Erbusco dell'ampliamento del Centro commerciale Le Porte Franche, nonostante il no della popolazione dell'anno scorso, mentre sul Bresciaoggi, a fondo pagina, spazio al progetto di recupero di largo Formentone a Brescia.

Sempre nell'inserto bresciano del Corriere della Sera e sul Giornale di Brescia, a fondopagina, si parla anche dell'apertura, dopo la nevicata del fine settimana, delle piste del Presena. L'Eco di Bergamo, invece, pubblica le foto dell'avvistamento dell'orso e di uno sciacallo a Valleve. Infine, sia il Giornale di Brescia che il Bresciaoggi dedicano la foto principale delle prime pagine ad Andrea Pirlo che ha annunciato il suo ritiro dal calcio.

Il Giornale di Brescia apre con l'emergenza incendi sull'alto garda, notizia ripresa in misura minore anche dal Bresciaoggi e dall'inserto bresciano del Corriere della Sera. Il Bresciaoggi preferisce soffermarsi sulle novità previste dalla Manovra e sulle agevolazioni che dovrebbe andare ai pendolari, ma anche sul nuon risultato di Brescia, che si posiziona 49esima, in salita, nella classifica della qualità dell'ambiente di Legambiente ed Ambiente Italia, stessa notizia ripresa anche dall'inserto bresciano del Corriere della Sera.

Nelle pagine locali, il Giornale di Brescia si occupa della realizzazione della piscina di Breno, con l'accordo quasi raggiunto sulla società che la dovrà progettare. Il Bresciaoggi, invece, oltre alle operazioni dei Carabinieri, parla anche dell'innevamento programmato sul Presena, per aprire la stagione sciistica su alcune piste.

Sulla prima pagine, invece, il Giornale di Brescia dedica spazio anche alla richiesta di Manlio Milani, presidente dell'Associazione familiari caduti della Strage di Piazza Loggia, di estradare Maurizio Tramonte in Italia, così come dell'incontro che si è tenuto ieri a Pontevico (e di cui parlano anche Bresciaoggi e l'inserto bresciano del Corriere della sera) con Giuliano Poletti, Ministro del Lavoro, in occasione dei 35 anni della Scalvenzi.

Tiene ancora banco, sul Giornale di Brescia e sull'Eco di Bergamo, infine, il decreto per cui i genitori devono accompagnare i propri figli a scuola fino alle medie: il primo parla dell'emendamento del Pd che permetterebbe ai genitori di firmare un consenso per far uscire i ragazzi da soli, il secondo elenca le scuole in provincia che si adegueranno al decreto voluto da Valeria Fedeli, Ministro dell'Istruzione.

 

I quotidiani locali aprono con gli esiti del referedum per l'autonomia, concentrandosi però soprattutto sulle conseguenze in Veneto, e parlando poco (almeno in prima pagina) dei disagi causati dallo scrutinio del voto elettronico in Lombardia. La cronaca, invece, si trova all'interno dei giornali: sul Giornale di Brescia si racconta delle cinque persone che a Paspardo sono state intossicate dal monossido di carbonio, mentre sul Bresciaoggi del 73enne residente a Breno colto da malore mentre stava rientrando in cascina dopo aver tagliato la legna ad Arcina, località di Prestine.

Il Giornale di Brescia e l'Eco di Bergamo si occupano in prima pagina anche dell'emergenza smog: si passa, a Brescia ed a Bergamo, al livello 2 di divieti, essendo stati superati i dieci giorni con il Pm10 sopra la soglia limite. A fondo pagina, sul Giornale di Brescia, spazio anche alla storia di un 24enne ed un 43enne, entrambi disoccupati: il primo ha inviato ben 35mila curricula senza risposta, il secondo, con 4 lauree, non riesce a trovare lavoro, segno di un problema che, nonostante i segni di ripresa, deve ancora essere risolto del tutto.

Infine, lo sport: se L'Eco di bergamo a fondo pagina si occupa delle buone prestazioni dell'Atalanta, sia il Giornale di Brescia che il Bresciaoggi e l'inserto bresciano del Corriere della Sera parlano della serata di successi per il Brescia e la Germani. Il primo ha vinto, dopo tre sconfitte, per 2-1 contro il Bari, mentre la seconda ha vinto per la quarta volta consecutiva, contro il Varese.

Le elezioni regionali in Sicilia sono l’apertura di Bresciaoggi, con il titolo “Voto in Sicilia, crollo del Pd”. Prima di andare in stampa il quotidiano bresciano guarda agli exit poll per riportare del successo del centrodestra alle elezioni. “Voto in Sicilia, testa a testa Centrodestra-Cinquestelle” è il titolo di Giornale di Brescia, che però non è in apertura. Lo spazio principale viene occupato su GdB dalla strage del Texas: una sparatoria in una chiesa battista che ha provocato 27 morti, come scrive il quotidiano.

Grande spazio poi in prima pagina e nelle pagine della provincia, sui quotidiani bresciani, all’incidente verificatosi ieri lungo la ss 42 in Vallecamonica. Vittima una donna di 53 anni residente a Zazza di Malonno, Tina Villani. “Travolge e uccide 53enne: arrestato” questo il titolo di GdB, “Muore a 53 anni nel frontale: arrestato guidatore ucraino” riporta Bresciaoggi.  In entrambi i casi la fotografia della scena presentatasi ai soccorritori, con la Fiat Panda sulla quale viaggiava la vittima accartocciata in mezzo alla carreggiata, accanto l’Audi, che probabilmente scendeva a velocità sostenuta.

L’Eco di Bergamo riporta anch’esso un  fatto di cronaca, e lo mette in apertura: “Filago, uccisa e gettata nel pozzo”. L’articolo in prima pagina lascia intuire, anche se le indagini sono in corso, che il delitto si sarebbe consumato tra le mura domestiche, dove la vittima, 72 anni, viveva con la sorella disabile e il fratello. Le ricerche della donna sono scattate dopo che il fratello è stato trovato a terra privo di sensi, ieri, in garage.

La Catalogna sulle prime pagine locali, con la dichiarazione di indipendenza di ieri. Giornale di Brescia titola: “La Catalogna lascia la Spagna”. Bresciaoggi guarda prima alle mire di autonomia della Lombardia, aggiungendo poi nello stesso pezzo d’apertura le ultime dalla Spagna. Il titolo è infatti: “Autonomia, la mossa di Maroni”.

Corriere Brescia apre con la notizia principale di oggi da Brescia e provincia: l’arresto dell’imprenditore Scaroni “Accoglienza-truffa, un arresto” si legge in riferimento al fermo di Angelo Scaroni, accusato di truffa aggravata allo Stato per 900mila euro. Anche gli altri quotidiani locali riprendono la notizia sulle prime pagine.

“Mai così asciutto in 30 anni. L’agricoltura è in ginocchio” titola Eco di Bergamo in primo piano, sottolineando che a ottobre sono scesi nella bergamasca soltanto 7 mm di pioggia, tutti domenica 22.

È il referendum per l’autonomia della Lombardia e del Veneto a tenere banco quest'oggi sulle testate locali.

Il voto si è chiuso alle 23 di doemcnica, ma quando i giornali escono in stampa la Lombardia non ha ancora un dato definitivo dell’affluenza. Il sistema di voto elettronico ha avuto della falle nella fase di smistamento dei dati da parte delle voting machine.

Giornale di Brescia dà come certo il dato dell’affluenza ai seggi: “Referendum lombardo, vota il 40%. Maroni: a Roma con più forza”.

Dall’altra i dati del Veneto e l’esultanza di Zaia, che ha ottenuto un grande risultato con il 60% di affluenza e il 98% di Sì.

Bresciaoggi titola: “Referendum. Due schiaffi a Roma” riferendosi ai Sì di Veneto e Lombardia.

Anche Bresciaoggi racconta: il voto elettronico promosso dagli elettori, ma lo spoglio si inceppa

Soddisfazione per i politici bresciani che sostenevano il Sì. Le reazioni raccolte all’interno di Brescioggi.

Eco di Bergamo: “A Bergamo ha votato il 39%”, scrive l’Eco, che si serve dei dati provvisori per sottolineare che nelle proiezioni delle 19 la Bergamasca era la prima in fatto di affluenza in Lombardia. Il sindaco di Bregamo Gori, che si era schierato per il Sì, ma con delle riserve rispetto alla propaganda del Pirellone, ha affermato: “Non mi pare che ci sia stato il plebiscito che Maroni si aspettava”.

Giornale di Brescia si concentra sulle elezioni regionali siciliane in apertura quest’oggi, mentre Bresciaoggi torna a parlare di pensioni, perché certe mansioni pesanti saranno classificate come lavori usuranti e si avrà diritto a un anticipo dell’età pensionabile. “Pensioni, ecco chi andrà prima” è il titolo.

Corriere Brescia apre con la Loggia 2018, ovvero le elezioni comunali di Brescia. Il sindaco Del Bono si ricandida e ha già tracciato un programma “Il sogno green di Del Bono” è il titolo, che si riferisce ai tanti punti riservati all’ambiente.

Eco di Bergamo mette in primo piano l’ospedale Papa Giovanni XXIII, perché si troverebbe in una situazione di stallo “turnover congelato, ridotti gli interventi chirurgici” è infatti il titolo. Sempre in argomento sanità, la notizia nel taglio altro della morte per meningite di una bambina di sei anni residente nel milanese ma da qualche giorno ospite della nonna a Selvino.

Per le notizie locali GdB riporta l’inchiesta sulle “buche” della sp 45 bis, mentre Bresciaoggi fa il punto su muri imbrattati e writers: sono state 100 in 5 anni le denunce.

Spazio poi allo sport, perché oggi il Brescia alle 15 ospita il Venezia. Si parla anche di basket sui quotidiani bresciani, con la visita di Petrucci alla squadra della Germani.

Sulle prime pagine, in chiusura alla settimana, i due argomenti principali che hanno tenuto banco in questi giorni: la legge elettorale e il caso Bankitalia. Giornale di Brescia titola: “Lo strappo di Grasso dopo la fiducia”. Più che della legge in sé, si parla di quanto accaduto dopo, quando a fine votazione il presidente del Senato ha dichiarato di uscire dal pd per andare a far parte del gruppo misto. Appena sotto alle notizie da Roma, l’editoriale di Fulvio Cammarano per commentare il Rosatellum.

“Bankitalia, il premier sfida Renzi”è il titolo d’apertura di Bresciaoggi. Nell’articolo si legge della scelta di Gentiloni di tirare dritto e nominare Visco per altri sei anni alla guida della Banca d’Italia. Si aggiugono alcune righe sull’approvazione del Rosatellum.

Per le notizie di carattere locale, su GdB e Corriere troviamo l’inchiesta che riguarda gli incidenti stradali. GdB titola: “Incidenti mortali in calo, ma il sabato sera resta a rischio”. Corriere apre con questi dati relativi al 2016 e diffusi dall’Istat concentrandosi sulle percentuali locali “Incidenti, quei pedoni a rischio” è il titolo, in quanto risulta che siano la categoria più esposta ai pericoli sulle strade.

Brescioggi mette invece in centro pagina l’inizio del processo al piromane di Campolaro. E la curiosità che le intercettazioni ambientali verranno tradotte da un esperto di dialetto camuno.

Anche oggi Giornale di Brescia mette in primo piano la questione Bankitalia, definendo Gentiloni “pacificatore” di un caso che ha fatto salire la tensione nel Pd e nel Governo.

Bresciaoggi si occupa invece del referendum per l’autonomia che chiama al voto domani i cittadini di Lombardi e Veneto. “Referendum, la sfida affluenza” è il titolo che sottolinea quanto conterà il numero di votanti, per portare i risultati della consultazione a Roma. L’argomento Referendum viene ripreso da GdB in un trafiletto nel taglio alto, in cui si ricorda che domani i seggi saranno aperti dalle 7 alle 23.
anche Eco di Bergamo torna a parlare di Referendum, atrtraverso le ultime battute prima della chiusura della campagna referendaria pronunciate ieri da Maroni e da Giorgio Gori, che si è subito schierato per il sì, anche se con qualche riserva rispetto all’idea autonomistica della Lega.

Preoccupa e fa parlare di sé su tutte le testate anche oggi l’inquinamento. Tutti sperano in un cambio di rotta, dato che domani è prevista pioggia, intanto si è arrivati al decimo giorno di supero dei limiti di Pm10 a Brescia.

Altro argomento discusso, ma di altro genere, è la terza sconfitta consecutiva incassata ieri sera dal Brescia allo Zini di Cremona. 2-0 il risultato, che fa parlare i cronisti sportivi di crisi delle Rondinelle, nonostante il cambio al vertice e il cambio di allenatore.

Commenti

Il nuovo sito di Voce Camuna

Annunci & Mercatino.

Vai all'inizio della pagina