Si celebreranno sabato, a Mantova, i funerali di Adriano Patrizio Tarzia, il 57enne che giovedì è morto travolto da un furgone sulla A22 del Brennero.

 

Distrutto, avvolto dalle fiamme, il presepe costruito sul naét a Clusane d'Iseo, nella piazza dei Pescatori.

E' stata riaperta nel tardo pomeriggio di venerdì l’ex statale 469, la litoranea del Sebino, dove l’altra sera attorno alle 21.30 è caduto un enorme masso dall’alto del versante di monte.

Arriva la replica di Martino Martinotta, sindaco di Corteno Golgi, alle parole delle figlie di Giacomo Gazzoli, l’uomo ferito da un proiettile a novembre mentre viaggiava in auto ed oggi ricoverato a Sondalo.

Con l’avvio della stagione sciistica 2018-2019 è stato, come ogni anno, riproposto il servizio di vigilanza e soccorso svolto dai militari dell’Arma dei Carabinieri in Vallecamonica.

E’ stata chiusa intorno alle 16:40, con conseguente disagio per il traffico, il tratto di provinciale 510 in cui un’auto è uscita fuori di strada, andando a scontrarsi con un altro mezzo.

 

La scoperta è stata fatta domenica pomeriggio dalle Guardie volontarie provinciali e dai colleghi dell’Arci Caccia di Brescia.

Sono stati celebrati venerdì pomeriggio, nella chiesa di Corti di Costa Volpino, i funerali del piccolo Marco, uno dei neonati morti nei giorni scorsi nel reparto di Terapia intensiva neonatale del Civile di Brescia.

Era originario di Lovere, ma da anni viveva a Piancogno l’operaio 57enne vittima dell’incidente stradale avvenuto giovedì pomeriggio sulla A22 del Brennero, tra i caselli di Mantova Nord e Nogarole Rocca.

L'ex presidente del Darfo Calcio e i suoi familiari di nuovo in manette, dopo l'ordinanza eseguita dai carabinieri con: tre arresti in carcere, due notifiche, sempre in carcere e, per le mogli, i domiciliari.

Commenti

Il nuovo sito di Voce Camuna

Annunci & Mercatino.

Vai all'inizio della pagina