Il valore documentario del CD è ben chiarito dal sottotitolo: “Canti alpini e militari dal 1896 al 1943”. Che il genere piaccia o non piaccia (il coro alpino “spacca” nel senso che divide), non si può che lodare questa preziosa raccolta.

Comune dell'Alta Valle Camonica

SITO ISTITUZIONALE http://www.edolo.gov.it/pages/home.asp

Il Museo Archeologico Nazionale della Valle Camonica è un Istituto di proprietà statale destinato alla pubblica fruizione: collocato dal 1981 all’interno di uno stabile moderno donato allo Stato dal Consorzio Bacino Imbrifero Montano.

Il cantautore di Los Angeles Marlon Rabenreither, in arte Gold Star, giunge al suo secondo album " Big Blue".

Album che coinvolge e affascina. Nato in Austria, Marlon ha inseguito il sogno americano spostandosi da New York a Los Angeles. Oggi vive nell’East Hollywood soprannominata appunto Big Blue.

Stile cantautorale, piacevoli ballate che rimarranno in testa. Da ascoltare!

Comune del lago d'Iseo

SITO ISTITUZIONALE http://www.salemarasino.gov.it

Comune della Media Valle Camonica, collaterale Val Saviore.

SITO ISTITUZIONALE http://www.cedegolo.gov.it

 

Comune della Valtellina, Valle collaterale di Corteno

SITO ISTITUZIONALE http://www.cmtirano.so.it/T_CM_20.php?IDCategoria=407&IDCategoriaMadre=407

Comune dell'Alta Valle Camonica, Valle Collaterale di Corteno

SITO ISTITUZIONALE http://www.cortenogolgi.gov.it

Inaugurata a fine 2013 la Passeggiata dell’acqua rappresenta una bella opportunità tanto dal punto di vista turistico, quanto, e soprattutto, sul fronte della promozione dello star bene per la popolazione residente.

Quando il nuovo non è fine a se stesso ma cala profondamente le radici nello studio del passato, quando nelle canzoni che scrivi e che canti non metti solo il desiderio di esprimerti, ma inserisci contenuti che hai vissuto e costruito sulla tua pelle, il tuo disco d’esordio sarà magari tardivo, ma non potrà passare inosservato.

Alessandro Ducoli, cantautore camuno, di debordante energia, di doppia vita artistica (una cantautorale e una rock-rock), ha pubblicato un nuovo album. “We are done. I never shot an indie chronicles 2009-2016” in cui affianca inediti a cavalli di battaglia del suo progetto “Lupita’ s Project”, sigla dietro alla quale cela il suo nome. Si tratta di ventisei tracce di rock “analogico”, tutto hammond e chitarre distorte e voce alcolica. Significativi i risvolti legati a Bolzano: la versione in vinile vede in veste di produttore il superfan bolzanino di Ducoli, ovvero Paolo Carnevale, e l’etichetta la Riff Record del bolzanino Paolo Izzo, mentre fra le immagini di copertina c'è di mezzo il bolzanino Paolo Brillo. 
Sul lato A le nuove canzoni (7 brani in tutto), sul lato B ci sono altri brani dei Lupita’ s presi da cd precedenti. In allegato ci sono il fronte e il retro della copertina del disco (vinile pink con copertina apribile, o come dicono gli americani, gatefold!), che è dedicato a Massimo Piliego, grande amico di Ducoli, ovviamente di Bolzano.

[Adattamento da Fabio Zamboni, Alto Adige]

Da leggere anche la recensione su Late for the Sky, maggio 2016

 

Materiali per l'approfondimento.

Musica - Ultime recensioni

Siti - Ultime recensioni

Vai all'inizio della pagina