Giornale di Brescia ed Eco di Bergamo aprono con le ultime notizie da Roma, dove è in corso il mandato esplorativo affidato dal presidente Mattarella alla presidente del Senato Casellati per formare un governo. "Casellati, stallo al primo giro" titola GdB; "Il muro dei veti. Il Governo è ancora lontano" scrive l'Eco.

L'altra notizia di primo piano del GdB riguarda Loggia 2018 e commenta il sondaggio Ipsos commissionato dal Giornale e che ha fatto emergere che il 57% dei bresciani è con Del Bono, sindaco uscente. "Obiettivo conquistare il 43% deglki indecisi" è il titolo in centro pagina che dà voce ai candidati di centrosinistra.

Spazio al centrodestra invece sul Corriere Brescia, con la Vilardi e il titolo: "FI, la lista «recupera» i militanti Vilardi: no a civismi last minute". la notizia si trova nel taglio alto mentre l'apertura è dedicata all'aeroporto di Montichiari e al fatto che lo scalo bresciano rimarrà chiuso per due settimane ad agosto per allungare la pista e permettere l'atterraggio di voli cargo.

In centro l'operazione di cessione dell'area di torbole per la realizzazione del nuov cenmtro sportivo del Brescia "Cellino: Basta attese", riporta il Corriere.

Bresciaoggi ha il "direttore per un giorno". Questa volta a guidare la redazione è Umberto Angelini, sovrintendente del Teatro Grande di Brescia. L'apertura è dedicata alla cronaca: "Caso Bonilla: 10 anni ad Aiello" Si parla dell'omicidio del colombiano ucciso da due giovani bresciani fuori da una discoteca lo scorso anno per aver rifiutato uno spinello. 8 anni all'amico di Aiello, che gli passò il coltello.

In centro la facciata spoglia del palazzo di Piazza Rovetta, sopra alla fotografia l'interrogativo "Che cosa ci mettete qui?" per riempire appunto la parete sono stati pensati diversi progetti, ma nessuno è ancora andato in porto.

La Siria e Trump in apertura la Giornale di Brescia di oggi, con i venti di guerra dagli stati Uniti e il tweet del presidente Usa "Russia, preparatevi ai missili". A proposito di queste notizie Bresciaoggi pubblica l'editoriale di Stefano Verzè dal titolo "L'incognita della guerra".

L'Eco di Bergamo apre invece con la politca e titola: "Salvini-Di Maio Prove d’accordo tra Lega e M5S".

Corriere Brescia apre invece con un fatto che riguarda la provincia: "Autisti minacciati, la Sia finisce davanti al giudice". Sempre su Corriere, nel taglio alto, la sentenza che stabilisce che un Comune non può gestire da solo l'acqua. si perla del caso di limone del Garda, ma è una sentanza che crea un precendente anche per altri Comuni e per Acque Bresciane.

Di un'altra sentenza parla in centro pagina GdB, "La sentenza sui Tutor arriva alla Tangenziale: via i portali". dopo un contenzioso per contraffazione del brevetto, anche il Tutor sulla Tangenziale a Brescia dovrà essere rimosso.

Un'inchiesta sul Bresciaoggi sottolinea l'andamento delle adozioni a Brescia e provincia, con un calo di stranieri adottati e un aumento di italiani. la media delle adozioni resta in calo, anche se ha recuperato nel 2017 rispetto al 2016.

 

Il terrorista di Vobarno Anas El Abboubi su tutte le prime pagine dei quotidiani bresciani di oggi, con la notizia che il Tribunale di Brescia lo ha rinviato a giudizio. Di lui non si sa più nulla dal 2014, quando partì per la Siria come foreign fughter. “Processate il terrorista di Vobarno” scrive Gdb in apertura. “Islamista valsabbino scomparso in Siria a processo a Brescia” è il tiolo in centro pagina, con la foto del giovane. La stessa fotografia e il titolo “Anas, linea dura del pm” sul Corriere Brescia. Le altre notizie sui quotidiani bresciani sono diverse. Il Corriere Brescia apre con le comunali 2018 con “Ecco i piani di Paola Vilardi”, la candidata del centrodestra per la Loggia. Il fuoco nei boschi della Valtrompia sulla prima di Gdb, con la fotografia delle fiamme a Nave. Calvisano e il rogo al capannone in apertura su Bresciaoggi.
L’edilizia e “l’ecomostro di cemento” del Centro servizi costruito 25 anni fa a Bergamo, tra Orio e Azzano, in apertura all’Eco di Bergamo. Se ne parla perché verrà trasformato in un hotel. Nel taglio alto l’Atalanta, sconfitta dalla Sampdoria ieri sera. Per la Serie B invece, i quotidiani bresciani scrivono del Brescia e dello 0-0 nel posticipo di ieri contro l’Entella. “Brescia bloccato e poche emozioni “ sul Gdb, “Il Brescia non va oltre il pareggio” su Bresciaoggi, “Brescia - Entella è senza squilli, vince la paura” sul Corriere Bs.

C'è la politica in prima pagina sul Giornale di Brescia, con le incertezze su un Governo guidato da Lega e Movimento 5 Stelle e le schermaglie tra Salvini e Di Maio. L'inserto bresciano del Corriere della sera, invece, si occupa delle elezioni a Brescia dando notizia della formazione della squadra scelta da Emilio Del Bono in caso di vittoria.

Per quanto riguarda la cronaca, a fondo pagina del Giornale di Brescia si parla della rapina in villa avvenuta a Ghedi, notizia a cui il Bresciaoggi dà maggiore risalto. Quest'ultimo, in prima pagina, propone anche il fenomento dei senzatetto bresciani che, dopo un inverno rigido, si trovano sempre in difficoltà: da qui la richiesta di tenere aperti i dormitori. L'Eco di Bergamo, invece, si occupa dei domiciliari dati ai due sindaci di Foppolo e Valleve, accusati di associazione a delinquere per ottenere finanziamenti pubblici.

Le pagine dedicate alla Vallecamonica del Giornale di Brescia e del Bresciaoggi danno ampio spazio ai funerali di Andrea Morandini, 35enne di Bienno morto venerdì a causa di una valanga, ma anche alla notizia della candidatura di Ivan Faustinelli a sindaco di Pontedilegno, confermando così la decisione di Aurelia Sandrini di non ricandidarsi.

Una notizia positiva dal mondo del lavoro viene data dal Giornale di Brescia e dall'inserto bresciano del Corriere della Sera, con i livelli occupazionali della Piccole medie imprese che tornano ai livelli pre-crisi, mentre per quanto riguarda il calcio spazio alla partita del Brescia contro La Spezia, che assegnerebbe punti importanti per evitare la zona play-out.

I quotidiani locali dedicano le notizie principali alla città ed alla provincia. Il Giornale di Brescia, ad esempio, si occupa dell'aumento di stranieri naturalizzati italiani a Brescia, che sono stati, nel 2017, più di 9.300. Il Bresciaoggi, invece, parla del 'tesoretto' delle multe che vengono rilevate in città, per un totale di ben 14,4 milioni di euro: soldi che saranno reinvestiti in lavori pubblici. A proposito di lavori pubblici, sia il Bresciaoggi che l'inserto bresciano del Corriere della sera si occupano dei lavori di bonifica nel quartiere Primo Maggio, in città, del parco di via Passo Gavia, che restituirà alla zona un parco dopo 17 anni.

Per la cronaca, il Giornale di Brescia riporta in prima pagina la notizia del tamponamento in A21 di ieri mattina, in cui ha perso la vita un 38enne siciliano, mentre l'Eco di Bergamo dedica spazio ai funerali dei due operai morti a Treviglio a Pasqua ed alla morte della 18enne di Gandino nell'incidente di domenica a Sovere.

Se l'inserto bresciano del Corriere della Sera, invece, pubblica le dichiarazioni di Emilio Del Bono. sindaco di Brescia, sull'attenzione per l'ambiente, il Giornale di Brescia a fondo pagina si occupa del candidato alle prossime elezioni cittadine di Guido Ghidini, candidato del Movimento 5 Stelle, mentre il Bresciaoggi riporta le dichiarazioni di Paola Vilardi, candidata del centrodestra.

Infine, per lo sport, il Giornale di Brescia parla dei due bresciani protagonisti, seppur in modo diverso nel fine settimana: Francesco Cigarini, meccanico della Ferrari di Lonato che domenica durante la gara è stato investito per caso da Raikkonen e che ora pubblica una foto per rassicurare tutti, ed il valtrumplino Timpini, salito sul podio dopo la gara.

Il Giornale di Brescia dedica il titolo principale della prima pagina al caso del 16mila migranti sudanesi ed eritrei che da Israele saranno spostati in Occidente: Nethanyahu ha citato l'Italia tra i Paesi che potrebbero ospitarli, ma è subito arrivata la smentita dalla Farnesina, così come dall'Unhcr. Spazio, poi alla cronaca, con gli episodi avvenuti durante le feste pasquali: dall'assalto a due bancomat a Corte Franca e Montichiari, alla riapertura del Centro commerciale Elnos dopo l'incendio e l'allagamento di sabato ed all'arresto di un uomo a Pontoglio che aveva minacciato l'ex fidanzata.

La cronaca trova spazio anche sul Bresciaoggi, che ricorda come le saracinese del negozio arabo di Mazzano siano ancora imbrattate con una svastica e dà la notizia dell'incidente che è costato la vita ad una bambina sul lago di Como, ricoverata d'urgenza a Brescia. L'Eco di Bergamo, invece, aggiorna sulla notizia dell'esplosione avvenuta domenica in un essicatoio di Treviglio, in cui sono morti due operai, ma anche della 52enne morta dopo essere stata investita ad Almenno San Salvatore: il conducente del mezzo, un 50enne di Strozza, è stato arrestato.

Spazio anche al turismo che in questi giorni di festa ha riempito le località bresciane e bergamasche, mentre l'inserto bresciano del Corriere della Sera si dedica alle opere in attesa di realizzazione in provincia, citando anche i lavori sulla Statale 42 in Vallecamonica. Il giornale parla anche del referendum sulla gestione del servizio idrico di ottobre, con il comitato dell'acqua pubblica bresciano pronto a lanciare la campagna referendaria. Infine, lo sport, con la partita del Brescia contro l'Entella ed i tre punti che la vittoria porterebbe, utili ad allontanare la squadra dai play out.

Le testate locali Giornale di Brescia ed Eco di Bergamo aprono con le notizie internazionali che riguardano gli attacchi in Siria. "Siria, Trump alza il tiro su Putin" titola Gironale di Brescia, affiancando l'editoriale di Carlo Scarpa dal titolo "Il mondo indebitato e i venti di guerra". Eco di Bergamo parte dall'appello del Papa per parlare del conflitto e delle ultime notizie ""Il Papa: in Siria prevalga la pace. Appello ai leader" è il titolo.
"Cargo e passeggeri Il «D'Annunzio» decolla con l'India" è invece il titolo d'apertura del Brescioggi, che si concentra sulle ultime dinamiche che avrebbero portato l'aeroporto di Montichiari ad avere contatti con l'India per aprire una rotta internazionale passeggeri per catalizzare il potenziale mercato clienti rappresentato dalle migliaia di immigrati del Punjab che abitano nel triangolo Mantova-Bassa Bresciana-Cremona.
Accanto in primo piano anche il Vinitaly, evento che si tiene da 52 edizioni a Verona e sempre molto appprezzato dai bresciani. "C'è anche Brescia alla festa del vino" titola infatti Brescioggi, facendo riferimento anche alle numerose etichette bresciane in vetrina. Nota politica: Sia Salvini che di Maio hanno fatto un giro ieri al Vinitaly.
Notizia che oriprende alnche il GdB, parlando di Vinitaly ma soprattutto di politica: "Al Vinitaly Di Maio e Salvini non brindano al Governo", con la fotografia di Salvini mentre degusta un rosso. Entrambi i leader in fotografia sull'Eco di Bergamo con il calice in mano.
La cronaca bresciana con la notizia del tentato omcidio, da parte di una 47enne , del amrito. è successo a Ghedi nel fine settimana.
Dalla bergamasca la morte, in seguito a una caduta sulle piste del Tonale, di un bergamasco, il 61enne Corrado Poli, di Parre.

Le testate bresciane quest’oggi si concentrano sulla morte della piccola Nicole, avvenuta l’altra sera al Civile di Brescia a causa di un’otite degenerata.
“Bambina morta per un’infezione, aperta un’inchiesta” titola il Giornale di Brescia. “Morte di Nicole. La Procura cerca i colpevoli” è il taglio alto di Bresciaoggi. “Morta d’otite, indaga la Procura Ispettori del ministero a Brescia”

Eco di Bergamo, dopo aver aperto con il Comune e i provvedimenti in vista della bella stagione in fatto di rumore e decibel, torna ad occuparsi del delitto di Caravaggio. “Duplice delitto, un litigio già al mattino” è il titolo del pezzo che cerca di ricostruire il rapporto che c’era tra i due fratelli siciliani, uno rimasto vittima dell’altro, freddato in una sala slot insieme alla sua compagna mercoledì sera.

L’apertura del Corriere Brescia è dedicata all’assemblea dei soci di Ubi Banca “Ubi, l’anno inizia in crescita”. La notizia viene ripresa in prima pagina anche dalle altre due testate bresciane e trattata nelle pagine dell’economia.

“Una Pasqua blindata ma col tutto esaurito” è il titolo di Giornale di Brescia che mette in primo piano sia la massima allerta per attentati, anche nella provincia di Brescia, sia il pienone che si registrerà nelle località turistiche, dal lago alla montagna, in questi giorni di festa. A garantire la sicurezza sulle strade i presìdi della polizia stradale. Anche Bresciaoggi parla del tutto esaurito sul lago di Garda e delle piste da sci ancora fruibili.

Spazio poi quest’oggi alla comunicazione ufficiale arrivata dal Viminale: si andrà al voto per le amministrative il 10 giugno. Un annuncio che era motlo atteso a Brescia, dove la campagna elettorale per la Loggia è già iniziata. Gdb titola: “Loggia 2018, si vota il 10 giugno”. “Palazzo Loggia, voto il 10 giugno. Ballottaggio 14 giorni dopo2 scrive Bresciaoggi. Corriere Brescia: “Una torrida estate elettorale” e il riferimento è alla data e alle critiche già avanzate dal centrodestra con la candidata sindaco Vilardi che afferma che il 10 giugno, a scuole già finite, in tanti saranno fuori città. Il Pd taglia corto dicendo di non volerne fare una questione di date.

L’altra notizia che accomuna i quotidiani bresciani è quella che arriva dal Civile di Brescia, che in 5 anni ha risarcito 32 milioni di euro dopo la conclusione dei procedimenti civili di 41 episodi clinici.

Eco di Bergamo apre con “I Paperoni abitano a Gorle e Mozzo” è la classifica dei redditi più alti in provincia di Bergamo analizzando le denunce dei redditi 2017.

In centro prosegue la riflessione del triduo pasquale avviata giovedì dall’Eco, con un fondo sul Sabato santo curato da Silvano Petrosino.

Per lo sport, ancora molte pagine dedicate alla scomparsa di Emiliano Mondonico e all’impresa che tocca oggi all’Atalanta contro l’Udinese

“Brescia, la crescita del lavoro nero” è l’apertura di Giornale di Brescia, anche se l’attenzione oggi la catturano due notizie dalla provincia. Una è quella che arriva dalla Vallecamonica “In motoslitta al Crocedomini, muore travolto dalla slavina”, che racconta la morte del 35enne di Bienno Andrea Morandini. Inutile la disperata corsa in eliambulanza a Bergamo, ieri sera il decesso. L’altra è quella dei funerali della piccola Nicole a Gottolengo “Palloncini bianchi e l’ultimo saluto alla piccola Nicole”. Le stesse notizie le troviamo sulle altre testate bresciane.

Meno spazio, forse perché impaginata appena prima di andare in stampa, per la vittima della valanga, con un titoletto “Una vittima e tre miracolati sotto a una valanga in Vallecamonica” e una grande fotonotizia centrale dedicata ai funerali della bambina. “Lacrime per Nicole”, leggiamo sopra alla fotografia di una poliziotta in divisa in lacrime.

Nel taglio alto del Corriere Brescia la fotografia del fronte valanghivo di località Lavena e la cronaca “Valcamonica, valanga a Bienno. Muore un giovane in motoslitta”. In centro i genitori di Nicole abbracciati fuori dalla chiesa e il titolo “Palloncini bianchi e tante lacrime per l’addio a Nicole”.

Il sindaco Del Bono protagonista dell’apertura del Corriere edizione Brescia con “Del Bono, la spinta del civismo” e la strategia di candidare sei presidenti dei consigli di quartiere nella civica a suo nome alle amministrative 2018. Lo stesso sindaco viene intervistato dal vicedirettore di Bresciaoggi Bormioli.

Dopo il mercoledì di follia che si è vissuto in provincia di Brescia, i quotidiani bresciani parlano anche oggi del duplice omicidio e del suicidio dell’assassino, perché dalle indagini è emerso che una persona avrebbe accompagnato Cosimo Balsamo a Flero. Lui infatti era senza patente. Da quanto si apprende da Giornale di Brescia, sarebbe un 56enne di Castel Mella. “Omicidi di Flero e Vobarno. Indagato l’amico di Balsamo” scrive il GdB in apertura. “Armi e fuga: qualcuno ha aiutato Balsamo” è il titolo di Bresciaoggi. Corriere Brescia “Chi ha aiutato quel killer?”.

Nel centro pagina di GdB un’altra notizia di cronaca dalla provincia: la morte di una bambina di 4 anni al Civile di Brescia. A causare il decesso le complicazioni di un’otite. Era di Gottolengo. Il caso, leggiamo sul GdB, è stato segnalato alla Procura.

Titoli in prima pagina su tutti i giornali bresciani in merito al depuratore della Valtrompia: ieri, in Loggia, la presentazione ufficiale. I lavori dovrebbero iniziare in agosto e concludersi entro il 2019.

Sull’Eco di Bergamo si torna sul duplice omicidio avvenuto mercoledì sera a Caravaggio “E’ stata una vera esecuzione, ma i familiari non parlano”. A uccidere Carlo Novembrini e la sua compagna è stato il fratello di lui “Non lo sopportavo più”  avrebbe detto in carcere.

Tornando sul Corriere Brescia, spazio in centro pagina al primo consiglio regionale dopo la composizione della nuova amminsitrazione. Alessandro Fermi è presidente del consiglio regionale. "Consiglio regionale, primo giorno di lavoro" scrive il Corriere mettendo in centro una fotografia. Appena sotto, dalla Vallecamonica, le polemiche sulla mori a di cervi durante il lungo inverno. "Cervi morti di fame, ci si divide sul cibo" è il titolo.

Il Giornale di Brescia apre con la politica nazionale e titola: “Salvini - di Maio, duello per Palazzo Chigi. Avviso Ue sul debito”. Accanto un titoletto sull’elezione della bresciana Maria Stella Gelmini a capogruppo di Forza Italia alla Camera, succede a Brunetta. L’editoriale di Luca Tentoni “Il Nord ha già scelto il suo bipartitismo” con una disquisizione su Bipolarismo e Bipartitismo. Bresciaoggi riprende soltanto, con due righe nel taglio alto, la nomina della Gelmini. Accanto altre due righe su Del Bono e sulla corsa alla Loggia “I socialisti: sì a Del Bono ma a certe condizioni”. Apertura di Corriere Brescia dedicata anche oggi alle comunali: “Centrosinistra, la sfida è corale”, con la notizia che il sindaco di Brescia inaugura stasera il suo comitato elettorale. Appena sotto Corriere riporta il virgolettato della consigliera in Loggia Laura Gamba del M5Stelle a proposito di una possibile intesa col centrodestra: “Niente appoggi nemmeno alla Lega. Qui non siamo a Roma”.
La notizia di cronaca è quella che viene da Iseo: lo schianto mortale di ieri mattina lungo la Sp 11. “A 19 anni muore in galleria a Iseo” titola GdB in centro pagina con la fotografia dell’auto guidata dal ragazzo, che dà l’idea della violenza dell’impatto. “Schianto in galleria, perde la vita 19enne” scrive nel taglio alto Bresciaoggi senza riportare foto.
Eco di Bergamo: “Treni senza personale, cancellati ventun convogli”, è il titolo che racconta l’ennesima giornata nera vissuta ieri dai pendolari.

Vai all'inizio della pagina