L’autorità giudiziaria ha disposto l’autopsia sulla salma di Felice Cere, l’operaio di 58 anni di Berzo Inferiore che ha perso la vita a causa di un infortunio sul lavoro accaduto venerdì pomeriggio nelle Ferriere Bellicini di Berzo.

Soltanto dopo il passaggio dalla medicina legale il corpo potrà essere restituito alla famiglia, alla moglie Sonia Testa e alla figlia Milena, che vivono in via Carducci, e si potrà stabilire la data del funerale.

Secondo la ricostruzione degli inquirenti, Felice Cere è stato ucciso in seguito allo schiacciamento del torace causato dagli ingranaggi del laminatoio attorno al quale stava lavorando e nei quali è rimasto impigliato. Era un operaio esperto, alle dipendenze dell’azienda siderurgica da circa vent’anni, azienda nella quale ha trovato la morte quando gli mancavano solamente tre mesi alla pensione.

Share This