Un altro 25 aprile da celebrare uniti ma a distanza: la Festa della Liberazione 2021, causa pandemia, dovrà fare a meno -come già avvenuto l’anno scorso- di cerimonie partecipate anche dalla popolazione ed accontentarsi di piccoli momenti comunque significativi, affinché non si perda il valore di questa giornata ed il ricordo di chi ci ha permesso, oggi, di essere liberi.

Sono numerosi, quindi, i Comuni della Vallecamonica che per domenica hanno deciso di organizzare delle brevi cerimonie di deposizione di fiori davanti ai Monumenti ai caduti del proprio territorio. Succederà a Capo di Ponte, davanti alla lapide del Gen. Ragnoli ed alla Fontana del Partigiano; a Sonico e nelle frazioni di Rino e Garda; a Sellero dove, dopo la Messa, sarà anche suonato l’Inno nazionale e deposto un cesto di fiori.

Facciamo nostro l’invito di Associazione Nazionale Partigiani d'Italia – ANPI e ti invitiamo a cercare tra le piazze e…

Posted by ANPI Valle Camonica on Thursday, April 22, 2021

A Cevo sarà anche l’occasione per svelare una targa in ricordo del partigiano Virginio Bolgini (Gino), all’interno del Museo della Resistenza. Nel pomeriggio, appuntamento su Facebook con la diretta “I sentieri della libertà”, viaggio virtuale lungo i sentieri della Resistenza in Concarena e momento musicale dei Luf, voluto dai Comuni di Losine, Malegno, Lozio e Cerveno.

Da citare, infine, l’iniziativa dell’Anpi di Vallecamonica, che invita chiunque ad unirsi ai propri membri ed a lasciare un fiore sotto le targhe di vie e piazze camune intitolate ad antifascisti/e e partigiani/e ed a scattarne una foto da condividere sulla sua pagina Facebook: l’obiettivo è creare un album che renda omaggio ai protagonisti camuni della Resistenza.

Share This