Sono iniziate nella mattinata di giovedì le vaccinazioni anti covid nelle aree giudicate a maggior rischio della Lombardia, tra cui i paesi della Franciacorta fino a Iseo. Nel Palazzetto dello Sport iseano, in collaborazione con Asst di Franciacorta, sono state effettuate le prime somministrazioni già dalla mattinata agli ultraottantenni che si erano prenotati; nelle prossime ore si avvierà la campagna anche tra i più “giovani” fino ai nati nel 1961.

Nel frattempo, oltre a quelle dalla cosiddetta Fase 1Ter dedicata agli anziani con 80 o più anni, è proseguita senza sosta anche nel distretto camuno le sedute della Fase 1Bis, che si prevede di concludere il 26 febbraio. Nel territorio di Ats della Montagna sono 4mila le persone individuate e aventi diritto alla somministrazione del vaccino.

La campagna ha riguardato: RSD, residenzialità psichiatrica; Assistenza Domiciliare e loro operatori; Centri Diurni (RSA); Farmacisti; Confprofessioni (dentisti, odontoiatri ecc); Sanità militare, Ambulatori accreditati e altri medici liberi professionisti; Informatori scientifici del farmaco/altri operatori e personale da censire. Così come per la fase 1 A (riservata agli operatori sanitari), i centri vaccinali per questa specifica fase della campagna sono quelli dell’HUB di rifermento per l’ASST Vallecamonica, ovvero l’Ospedale di Esine e l’Ospedale di Edolo.

Share This