Dopo l’operazione di recupero, in una scarpata sul confine tra Paline di Borno e Dezzo di Scalve, di quattro sacchi neri della spazzatura con all’interno il corpo di una donna fatto a pezzi, il sostituto procuratore Lorena Ghibaudo ha affidato l’incarico di analisi di quanto rinvenuto al medico legale Nicoletta Cerri.

L’Istituto di medicina legale degli Spedali Civili di Brescia sta eseguendo gli accertamenti sui resti, mentre è stata aperta un’indagine per omicidio. I carabinieri, coordinati dal pm, stanno cercando di risalire all’identità della vittima in base alle denunce di scomparsa presentate negli ultimi tempi nella zona e alle segnalazioni.

Il ritrovamento è stato fatto appena sotto alla strada provinciale 5, che collega la Vallecamonica alla Val di Scalve, da un passante nel tardo pomeriggio di domenica.

Dalle prime informazioni il volto della donna non sarebbe riconoscibile perché sfregiato probabilmente dal fuoco.

(Foto Ansa)

Share This