Presentato a fine marzo, il progetto “Ada 270” è entrato nel vivo giovedì scorso, quando sul Pian di Neve l’elicottero di Elimast ha iniziato a trasportare tutto il materiale necessario al gruppo composto da una decina di persone per vivere e lavorare per due settimane a quella che è un’operazione senza precedenti.

Obiettivo del progetto è infatti quello di estrarre una “carota” di ghiaccio lunga 270 metri che permetterà di conoscere al meglio la storia del Pian di Neve e, con esso, delle Alpi italiane. Le operazioni di estrazione avverranno di notte: per questo in alta quota, oltre a tutto il necessario per affrontare le giornate di lavoro, sono state portate anche delle torri faro.

Partito dalla base Elimast di Temù l’ambizioso progetto “Ada 207”.È iniziato l’allestimento del campo base e i lavori…

Posted by Elimast helicopter service on Thursday, April 8, 2021

Tra le strumentazioni trasportate, anche le speciali cassette dentro cui saranno inseriti gli spezzoni di ghiaccio, lunghi 70 centimetri l’uno, e che saranno trasportati nel laboratorio EuroCold di Milano per essere analizzati.

A garantire la sicurezza dell’equipe, guidata da Valter Maggi, professore di Geografia Fisica alla Bicocca di Milano nonché glaciologo di fama internazionale, l’Areu, a cui sono state fornite le coordinate della piazzola d’emergenza che si trova a poche centinaia di metri dal campo base. Il progetto, che coinvolge partner pubblici (come la Comunità Montana ed il Parco dell’Adamello) e privati, prevede il massimo rispetto dell’ambiente, tant’è che a fine estrazione tutto dovrà essere lasciato come era.

Share This