Avventura a lieto fine per due turisti inglesi che giovedì mattina avevano lasciato la loro stanza dell’hotel Orchidea al Tonale per una giornata di sciate al ghiacciaio Presena.

In serata, i titolari dell’albergo hanno segnalato ai carabinieri e al Soccorso Alpino di Vermiglio il mancato rientro dei due, papà e figlia, e all’imbrunire sono cominciate le prime operazioni di ricerca.

Mobilitati i finanzieri del SAGF di Edolo per le ricerche sul versante bresciano dell’Adamello, unitamente ai colleghi della SAGF di Tione (TN).
Hanno partecipato alle operazioni di soccorso anche il Corpo dei Vigili del Fuoco locali, il Corpo del Soccorso Alpino Nazionale di Edolo e il Quarto Reggimento Alpino dell’Esercito (con elicotteri dotati di visori notturni). 

Le ricerche sono proseguite per tutta la notte senza esito.

Grazie alla collaborazione degli addetti agli impianti, si è potuto stabilire che, alle 10.30, i due avevano effettuato l’ultimo passaggio ai tornelli degli impianti di risalita in Presena. Da quel momento in poi, più nulla.

Ieri mattina sono però stati ritrovati illesi, avvistati dall’elicottero della Sezione Aerea della Guardia di Finanza di Bolzano, che non ha mai smesso di sorvolare la zona.

Avvistati a quota 2.750 mt. nei pressi del lago Scuro del Mandrone dall’elicottero, sono stati trasportati in Tonale, dove sono stati visitati da un medico.

Share This