Si è svolta nel fine settimana l’Adamello Ultra Trail.

 

A trionfare sulla lunga distanza sono stati, sabato pomeriggio, il tedesco Tim Wortmann per gli uomini, che ha percorso i 180 chilometri in trenta ore 19 minuti e 57 secondi, e la bresciana Graziana Pè, che ha stabilito il record, migliorandolo di otto ore e mezzo, con 37 ore 54 minuti e 40 secondi.

Ai nastri di partenza, venerdì mattina, si sono presentati in 83 concorrenti: hanno attraversato correndo gli otto comuni di Vezza, Ponte, Temù, Vione, Edolo, Monno, Vermiglio e Incudine, lungo il quale erano dislocati duecento volontari e alcune postazioni di supporto, come quella della Farmacia dello sportivo e del centro medico San Giorgio.

Nella gara da 90 chilometri, partita da Ponte di Legno sabato, erano in 140: a vincere sono stati Gianni Penasa della Val di Sole, che a 56 anni è sfrecciato davanti a tutti in dieci ore 17 minuti e 47 secondi, e la bresciana Moira Guerini in 13 ore 53 minuti e 51 secondi.

Nella TrentaTrail di domenica in 300 hanno affrontato le cime camune, sia per l’agonistica sia per l’amatoriale: ha trionfato il camuno Ramon Pangrazio, di Cemmo, in un’ora 57 minuti e 50 secondi, mentre nella gara in rosa Laura Gotti ha avuto la meglio in due ore, un minuto e 10 secondi.

Share This