Al via domani con la prova più dura l’Adamello Ultra Trail, la gara di corsa in montagna che prevede gare su tre distanze: 180, 90 e 30 chilometri.

Tutto è pronto in alta Valle, compresa l’enorme mobilitazione di volontari e di operatori della sicurezza oltre duecento persone.

Domani alle 8 in piazza IV Luglio, a Vezza d’Oglio, la punzonatura atleti. Al via, alle 9, saranno una novantina di atleti, pronti per correre lungo un tracciato da 180 chilometri con 11.500 metri di dislivello.

Molti i punti in cui il pubblico potrà incoraggiare i concorrenti: sin da subito a Cortebona e a Case di Viso, al rifugio Bozzi e alla città Morta fino al palazzetto dello sport dalignese, dove sarà allestita la base vita dove gli atleti potranno rifocillarsi, riposarsi e farsi una doccia; quindi la ripartenza alla volta delle Bocchette di Casola fino al tendone di Pontagna, uno degli altri punti rifornimento, e quindi il Calvo, Valpaghera, la Piana dei Morei, il rifugio Alla cascata, l’Aviolo e la sosta a Edolo, con il punto di controllo e rifornimento a Corte Mottinelli, dove ci sarà il supporto medico. Infine si riparte per Mola, Mortirolo, Pagano, Pianaccio fino al ritorno a Vezza. In tutto saranno allestiti 24 punti ristoro.

Sabato mattina alle 9 è prevista la partenza da Ponte dei 160 accreditati della 90 chilometri (5.700 metri di dislivello), mentre domenica, sempre alle 9, start della 30 Trail proposta in partnership con Rosa e associati.

Le premiazioni saranno alle 14 di domenica in piazza a Vezza d’Oglio.

Share This