Continuano i rilasci di animali selvatici arrivati feriti o in difficoltà e curati dal Cras, Centro recupero animali selvatici di Paspardo. Pochi giorni fa è toccato ad una specie rara: il nibbio bruno. Un esemplare giovane, molto probabilmente caduto dal nido troppo presto, era stato trovato fortemente denutrito e debilitato nella zona del basso Garda, in provincia di Brescia.

Una volta valutata la situazione, da parte del personale esperto, si è ritenuto necessario il ricovero. L’animale è arrivato alla fine di luglio al Cras, grazie alla preziosa collaborazione della Guardia Nazionale Ambientale Distaccamento di Brescia, che si prodiga nel recupero e trasporto della fauna selvatica ferita verso i centri specializzati. Dopo il rilascio nei cieli della Vallecamonica, ora si spera che il nibbio possa presto raggiungere i siti di svernamento.

Il lavoro del Cras intanto continua incessantemente e moltissimi sono gli animali rilasciati fin qui. È ancora possibile visitare il Centro Faunistico questa settimana dal martedì a domenica, settembre e ottobre solo sabato e domenica, sempre dalle 10:00 alle 18:00.

La prossima visita guidata è in programma il 4 settembre: un’occasione di conoscere la fauna alpina grazie alla competenza di Alessandra Materia, Biologa e Guida Ambientale Escursionistica che accompagnerà i partecipanti in un viaggio nella biodiversità alpina presente nel Parco dell’Adamello e approfondire il rapporto uomo-natura. Il ritrovo è fissato per le 15:00 presso il parcheggio del Centro Faunistico di località Fles a Paspardo. La prenotazione è obbligatoria al 3389181205.

Share This