La presenza di alghe nel lago d’Iseo rappresenta da sempre un problema, a cui si cercherà di porre rimedio tramite il bando emesso dalla Provincia di Bergamo e con scadenza il 25 giugno, che affiderà la progettazione di azione volte ad eliminare le macrofite dal Sebino.

 

Il bando, frutto dell’accordo tra la Regione Lombardia, le Province di Brescia e Bergamo e l’Autorità di bacino all’interno del progetto di rinaturazione dei fondali e di pulizia delle acque superficiali, prevede che chi vincerà dovrà predisporre un piano di azione per garantire la navigabilità sul lago e la salvaguardia della biodiversità.

Ovviamente si dovrà lavorare anche al contenimento delle alghe in caso di loro eccessiva proliferazione, come accaduto nelle estati passate, con conseguente manutenzione dei tre battelli spazzini, che dovranno essere pronti all’uso. L’obiettivo è avere un piano già per novembre, in modo da avere una strategia da applicare per l’anno prossimo.

Share This