Allison Moorer, sorella di Shelby Lynne, ex moglie di Steve Earle, esce in questo 2019 con l’album “Blood” accompagnato da un libro con lo stesso titolo, riflessione sulla vita, sugli abusi. Fa luce sulla vita famigliare dell’artista dell’Alabama e sulla tragedia da lei vissuta che l’ha segnata  indelebilmente: l’omicidio della madre da parte del padre, seguito dal suicidio del padre.

L’album giunge a quattro anni dal precedente “Down to believing” e a due da ”Not dark yet” inciso con la sorella. Lavoro autobiografico, intenso, coraggioso, tanti sono stati gli anni prima che Allison sia riuscita a parlare del suo vissuto, la sofferenza rende i suoi brani vibranti , scritti con sincerità e grazia.

Tra i dieci brani, otto sono nuovi di zecca mentre due erano già apparsi in versione diversa in album precedenti , dei quali uno, “Cold Cold Earth, sul suo secondo lavoro “The Hardest Part” del 2000 e “ Blood” sull’album ”Down to believing” poi c’è  una “chicca”, la canzone “Heal” scritta con la grande Mary Gauthier.

Il brano è stato composto da Allison Moorer e Mary Gauthier

Share This