L’alta Vallecamonica può finalmente installare i prismi ottici già usati in altre realtà europee per evitare che cervi e caprioli attraversino la strada di notte.

I catadiottri, questo il termine tecnico, riflettono una luce blu in modo continuo verso prati e boschi ai margini delle strade. Un colore che viene percepito come estraneo ed è associato a un pericolo dagli ungulati, col risultato che non attraversano. 

Verranno posizionati tra Edolo e Pontedilegno, e saranno affiancati da dissuasori acustici.

L’operazione rientra nel progetto Road ecology, che partirà a giorni in via sperimentale lungo la statale 42.

Il Parco dell’Adamello è stato autorizzato da Anas alla posa dei catadiottri sui paletti e sui guard rail.

Per l’acquisto sono stati utilizzati i fondi rimasti a seguito della convenzione fra la Comunità Montana di Vallecamonica e la Società infrastrutture alta Valle per gli interventi di compensazione delle opere di ampliamento del demanio sciabile Temù-Ponte di Legno-Tonale.

Share This