La studentessa della scuola media di Boario risultata positiva al tampone non stava andando a scuola già da un giorno e non era rientrata dall’estero: a rivelarlo Teleboario che ha raggiunto il padre della bambina, un imprenditore, che ha fornito la sua versione dei fatti su quanto accaduto in questi giorni e che ha portato alla quarantena un’intera classe dell’Istituto Comprensivo Darfo 2.

L’uomo sostiene di avere avuto, nei giorni scorsi, alcuni sintomi e di aver così effettuato il tampone, risultato positivo. Ha così sottoposto al test il resto della famiglia, composto dalla moglie e da due figli. La moglie ed il figlio maschio sono risultati negativi; la figlia, invece, positiva ma asintomatica. La bambina aveva frequentato la scuola fino a mercoledì, da giovedì era rimasta a casa.

Una volta avuto l’esito del tampone, l’Ats della Montagna l’ha comunicato all’istituto, che ha provveduto a contattare i genitori degli alunni della classe frequentata dalla studentessa perché li venissero a prendere. Da qui la quarantena per tutti gli studenti, che dovranno rimanere a casa e studiare tramite la didattica a distanza fino al 28 settembre quando, se l’esito dei tamponi loro effettuati sarà negativo, potranno tornare in classe.

[Foto da Teleboario]

Share This