Vertice tra Anas e gli enti locali camuni martedì mattina a Sonico, per fare il punto sui progetti e i cantieri stradali che saranno realizzati sulle statali 42 e 39.

Anas metterà in tutto 60 milioni di euro per la Vallecamonica.

In particolare a Vione è stato appaltato in questi giorni lo svincolo tra la statale 42 e il collegamento Stadolina e Vione. A Corteno l’allargamento della Statale 39 in alcuni punti verrà avviato ad aprile.

Sia la rotonda nella zona dei centri commerciali a Sonico, sia la galleria-imbuto di Edolo sono in fase di progettazione esecutiva, mentre per la rotonda di Incudine manca il parere della Sovrintendenza.

All’incontro erano presenti i dirigenti Anas Dino Vurro, responsabile territoriale area Nord Ovest, e Marco Angelo Bosio, responsabile area Lombardia; il presidente della Provincia, Pierluigi Mottinelli; l’assessore provinciale Giampiero Bressanelli; il presidente della Comunità Montana di Valle Camonica, Oliviero Valzelli; gli assessori della Comunità Montana, Fabio De Pedro e Giambattista Bernardi; i sindaci di Sonico (Gian Battista Pasquini), Edolo (Luca Masneri), Corteno Golgi (Martino Martinotta), Incudine (Bruno Serini), Vione (Mauro Testini), il vicesindaco di Vezza d’Oglio (Paolo Gregorini) oltre a funzionari degli enti locali.

Oltre all’Alta Valle Camonica è previsto anche un intervento sulla statale 42, tra Rogno e Pian Camuno. Gli amministratori camuni hanno rinnovato le richieste ad Anas in merito alla necessità di manutenzioni: asfaltature, taglio della vegetazione e barriere protettive.

Share This