Il Comune di Iseo partecipa al progetto europeo “Archi’Nature”, finanziato da un bando Erasmus+. Un progetto legato ad un festival, nato in Francia nel 2019, che ora si espande oltre i propri confini toccando, oltre all’Italia rappresentata appunto da Iseo, anche il Portogallo e la Grecia.

Il coinvolgimento consiste in un concorso aperto ad architetti, paesaggisti, urbanisti ed artisti affinché realizzino installazioni artistiche temporanee da posizionare in determinati luoghi del Comune nel periodo dal 2 luglio al 30 settembre.

Gli interessati possono inviare le proprie proposte tramite l’apposita modulistica presente sul sito del Comune entro il 3 aprile. Quindi, una Commissione valuterà quanto giunto e premierà i tre migliori progetti con 1.500 euro ciascuno per realizzare le opere, i cui lavori dovranno iniziare a metà maggio e che sorgeranno sul lungolago di Clusane d’Iseo, presso i giardini di Castello Oldofredi ed in Piazza Salmister.

Una quarta opera, invece, sarà posizionata nelle aree verdi del Centro di Formazione Professionale “Zanardelli”, a Clusane d’Iseo, a cura dell’Accademia Laba, in quanto partner del Festival. Il tema di questa edizione, “Vicino al mio albero. Dialoghi tra spazi umani e biodiversità”, permette di riflettere sull’uso delle opere architettoniche nella natura e su come si possa reinventare la natura negli spazi quotidiani.

Share This