Non saranno lavori in tempi rapidi, quelli per fare in modo che le trentotto persone fatte evacuare dalle proprie abitazioni martedì sera ad Angolo Terme, in seguito alla bomba d’acqua che si è abbattuta in paese, possano rientrare nelle loro abitazioni.

Il Comune stima in circa quaranta giorni il tempo necessario per sistemare il fronte franoso ed il muro di sostegno del tratto di strada di via Lorenzetti che collega il capoluogo a Terzano. I lavori di pronto intervento, finanziati con 100mila euro dalla Regione Lombardia, sono però già cominciati: le diciannove famiglie evacuate, intanto, continueranno ad essere ospitate in hotel o da parenti.

Intanto, il versante franoso continua ad abbassarsi, il che rende necessario un monitoraggio costante, di cui da oggi si occuperà la Protezione Civile provinciale; resta il senso unico alternato, invece, il transito su viale Terme. Per raggiungere Terzano è comunque possibile attraversare via Cogne a Darfo oppure raggiungendo Mazzunno tramite viale Italia.

Share This