Da giovedì scorso Gianbettino Polonioli, sindaco di Cimbergo, è stato sospeso dal suo incarico.

 

A deciderlo la Prefettura, in merito al caso degli appalti pilotati che ha portato il primo cittadino ai domiciliari. Polonioli ha lasciato la fascia di sindaco proprio durante la campagna elettorale, che vede sfidarsi Giovan Battista Polonioli, membro dell’amministrazione uscente, e Gianluigi Boselli del Grande Nord.

Il sindaco uscente, durante l’interrogatorio, si era avvalso della facoltà di non rispondere ed ora, avendo deciso di non ricandidarsi, starebbe preparando con il suo avvocato un’istanza per chiedere la revoca dei domiciliari. Sempre per quanto riguarda l’inchiesta, un altro dei cinque indagati, Stefano Polonioli, consigliere comunale con delega ai Lavori Pubblici, ha deciso di patteggiare la pena presentando nelle ore scorse una memoria scritta, così come Giuseppina Mottironi, responsabile dell’Ufficio Tecnico del Comune e sua compagna.

Share This