Ha deciso di patteggiare Giam Bettino Polonioli, ex sindaco di Cimbergo arrestato l’aprile scorso con l’accusa di turbativa d’asta.

 

Polonioli, che era ancora ai domiciliari dopo il ricorso respinto dal Tribunale del Riesame nelle settimane scorse, ha trovato quindi l’accordo con il pm: la condanna sarà valutata dal gip nell’udienza preliminare delle prossime settimane. L’ex primo cittadino è finito nell’occhio del ciclone dopo l’indagine che aveva scoperto un sistema tramite cui lui, Stefano Polonioli, consigliere comunale, Antonella Mottironi, responsabile dell’ufficio tecnico e due imprenditori locali avrebbero condizionato tre appalti in paese, relativi alla riqualificazione energetica del Municipio ed alla messa in sicurezza del torrente Varecola Figna. L’inchiesta aveva coinvolto in tutto 27 persone: dopo la confessione di Stefano Polonioli e di Corrado Picinoli, ora arriva la decisione dell’ex primo cittadino.

Share This