Mentre la raccolta firme per il referendum a Breno è arrivata a quota 350, l’amministrazione comunale guidata da Sandro Farisoglio procede a passo spedito con i cantieri delle “grandi opere”.

Prima di iniziare è necessario però valutare l’eventuale presenza di reperti archeologicamente significativi nelle aree che saranno interessate dai lavori.

Dopo le indagini nel sottosuolo di Piazza Ronchi, dove è in progetto una parcheggio interrato, gli archeologi si sono spostati nella zona in cui si realizzerà l’ascensore per il castello.

Si tratta di studi su incarico del Comune e per volontà della Soprintendenza di Brescia. In particolare per la collina dalla quale domina la rocca brenese si effettueranno delle indagini sul rischio archeologico.

Non appena conclusi questi studi, il Comune avrà il via libera a procedere con i lavori.

Sempre nei giorni scorsi è stato conferito dal Comune l’incarico al geologo Filippo Pezzotti di eseguire su piazza Mercato indagini geologiche, geotecniche e sismiche di supporto al progetto di realizzazione dei parcheggi interrati.

Share This