Presentate ieri in municipio a Bienno dall’assessore regionale all’Agricoltura Fabio Rolfi le linee guida per la gestione delle malghe.

Presenti l’assessore in Comunità montana Carlo Sacristani, il consigliere regionale Francesco Ghiroldi, il sindaco di Bienno Massimo Maugeri e alcuni allevatori.

Un documento steso alla luce dei fatti registrati negli ulti anni in Vallecamonica – ma anche in altre località montane – con l’assegnazione di sempre più alpeggi, da parte dei Comuni che ne sono i proprietari, ad aziende non camune.

A prevalere nell’assegnazione è infatti il criterio dell’offerta economica: disponendo di maggiori capacità economiche rispetto alle piccole realtà di montagna, aziende da fuori provincia si vedono assegnare con facilità la gestione di malghe finora sempre condotte da soggetti locali, che però non hanno la stessa possibilità di spesa.

Il documento, che sarà portato in Giunta al Pirellone a settembre, privilegia invece logiche di qualità, i progetti di gestione e la territorialità del conduttore.

I Comuni che applicheranno questi indicatori avranno premialità aggiuntive sui bandi regionali, ha precisato Rolfi.

Share This