Ats della Montagna ha comunicato che, in considerazione del leggero aumento delle richieste di adesione alla somministrazione della 4° dose di vaccino anti Covid, è stata incrementata l’offerta dei Centri Vaccinali del territorio.

In quest’ultima settimana di luglio e per tutto il mese di agosto la vaccinazione può essere effettuata sia presso i Centri Vaccinali sia presso le farmacie aderenti come da elenco diffuso dall’Agenzia.

All’Ospedale di Edolo fino al 31 luglio saranno due le possibili sedute di vaccinazioni. Poi ci si sposterà, dal primo agosto, all’ex convitto BIM (sempre con due sedute a settimana). A Breno, presso il centro vaccinale, ci saranno 3 sedute durante la settimana, solo fino al 31 luglio.

Si potrà però andare a Darfo Boario: fino al 31 agosto presso la Casa della Comunità di Darfo (sede Asst), poi per tutto agosto al Centro Congressi, dal lunedì al sabato. Questo sarà, com’è stato per le altre dosi, il Centro vaccinale più operativo della Vallecamonica, in cui verrà somministrato anche il vaccino proteico Nuvaxovid.

È possibile prenotare l’appuntamento online attraverso la piattaforma dedicata: prenotazionevaccinicovid.regione.lombardia.it cliccando sulla categoria di interesse.

Nel caso in cui si optasse per la somministrazione del vaccino presso le farmacie attive negli ambiti di Edolo, Breno e Darfo Boario Terme è necessario, per verificare la disponibilità, contattare direttamente le stesse. In Valle troviamo: le due farmacie di Breno, Minelli e Murachelli, la farmacia Vespa di Cerveno, la farmacia Panteghini del Badetto di Ceto, la farmacia Gheza di Piancogno, la farmacia Foppoli di Esine e la farmacia Valgrigna di Berzo Inferiore. In alta Valle sono disponibili la Farmacia dello Sportivo di Temù e la farmacia di Corteno Dottor T.

Clara Mottinelli, presidente di Federfarma Brescia, ha sottolineato che: “Chi si prenota si deve recare all’appuntamento oppure, se impossibilitato, deve disdire, in modo da poter permettere a chi è in attesa di vaccinarsi. Abbiamo dovuto già buttare diverse dosi di vaccino” e aggiunge: “Gli over 80 hanno aspettato finora, senza sfruttare bene la possibilità che avevano prima di tutti”.

Intanto la curva dei contagi in Vallecamonica durante la settimana non è rimasta stabile: si è andati dai 26 ai 115 casi, per scendere ancora, secondo l’ultimo bollettino, a 73 nuovi casi. Circa 640 i casi positivi seguiti da Ats della Montagna attualmente.

Share This