Anche quest’anno il Banco Alimentare propone in tutta Italia la Colletta Alimentare, iniziativa volta a raccogliere generi di prima necessità da destinare ai più bisognosi tramite la collaborazione dei supermercati sparsi sul territorio. Le norme anti-Covid impediscono, però, di effettuare la tradizionale raccolta dei prodotti: per questo, la 24esima Giornata della Colletta Alimentare si svolgerà in forma “dematerializzata”.

E’ possibile aderire dal 21 novembre all’8 dicembre, in modo molto semplice: nelle casse dei supermercati (ma anche su Amazon e su Mygiftcard.it) è possibile trovare delle card, come quelle per ricaricare il proprio telefono, del valore di 2, 5 o 10 euro.

Al termine della Colletta, il valore complessivo delle card acquistate sarà convertito in prodotti alimentari non deperibili, come scatolame, pelati, legumi, alimenti per l’infanzia ed olio. Il tutto sarà poi consegnato alle sedi regionali del Banco Alimentare che provvederanno a loro volta ad affidarlo alle 8mila strutture caritative convenzionate, che sostengono oltre 2,1 milioni di persone.

Niente volontari alle casse quindi, fatta eccezione per la giornata del 28 novembre, quando li si potranno trovare, anche se in numero ridotto. L’iniziativa vede anche la Vallecamonica protagonista, così come è stato in passato, quando ad aiutare il Banco Alimentare ci avevano pensato gli alpini.

Share This