La positiva esperienza degli ultimi due anni ha spinto la Comunità Montana a riproporre il bando per l’erogazione di contributi per la posa di tavoli e panche in legno nei rifugi della Vallecamonica. La richiesta potrà essere avanzata da proprietari e gestori, da agriturismi, alpeggi ed organizzazioni che gestiscono rifugi e bivacchi.

L’obiettivo, come sempre, è duplice: da una parte valorizzare gli spazi esterni delle strutture ricettive, incentivando il turismo di montagna, e dall’altra utilizzare il legname della Valle, proveniente da boschi certificati Pefc ed in parte dagli alberi schiantati a causa della Tempesta Vaia dell’ottobre del 2018.

L’ente comprensoriale ha stabilito anche dei criteri di priorità: i rifugi in cui saranno posizionati i tavoli e le panche devono trovarsi all’esterno del Parco dell’Adamello ed ad una quota sopra i 1.000 metri e devono avere un’apertura ed una gestione continuativa durante l’estate. La fornitura massima sarà di due tavoli rustici, o tre panche rustiche, o un tavolo ed una panca rustica, tutti realizzati in legno di larice.

I manufatti saranno ritirabili presso il Consorzio Forestale Bassa Vallecamonica a Darfo o presso il Consorzio Forestale Pizzo Camino a Borno. Per partecipare al bando c’è tempo fino al 4 marzo: le domande (scaricabili dal sito www.cmvallecamonica.bs.it) devono essere consegnate all’Ufficio Protocollo dell’ente a Breno o inviate tramite posta elettronica certificata a o protocollo@pec.cmvallecamonica.bs.it.

Share This