È stata approvata la graduatoria definitiva del bando per accedere alle risorse a fondo perduto necessarie per finanziare interventi di riqualificazione e adeguamento infrastrutturale di rifugi alpini ed escursionistici presenti sul territorio lombardo.

In tutto c’erano a disposizione 1,9 milioni di euro e i lavori, connessi all’emergenza sanitaria dovuta alla diffusione del Covid-19, dovranno essere realizzati entro il 31 ottobre 2021. Gli interventi di innovazione tecnologica e riqualificazione sono finalizzati anche alla sicurezza e all’abbattimento delle barriere architettoniche.

Buona parte dei rifugi che riceveranno i fondi regionali si trovano in Vallecamonica, per un totale di 750mila euro circa. Ecco quali sono:

Premassone (Sonico): 100.000 euro;

Medelet (Pisogne): 100.000 euro;

Colombè (Paspardo): 99.900 euro;

Baita Adamè (Cedegolo): 99.500 euro;

Campione (Cerveno): 98.750 euro

Tita Secchi (Breno): 91.000 euro;

San Fermo (Borno) – nella foto: 88.300 euro;

Valmalza (Ponte di Legno): 47.800 euro.

Passo Crocedomini (Breno): 20.300 euro;

L’intento di Regione Lombardia è ora quello di reperire ulteriori risorse per finanziare i restanti progetti che sono risultati ammissibili, ma non ancora finanziati per via dell’esaurimento della dotazione economica a disposizione.

Share This