Sono stati oltre 250mila i pellegrini che, dal 27 maggio scorso a domenica, si sono recati a Sotto il Monte per venerare l’urna di Papa Giovanni XXIII.

 

Una folla gestita dai numerosi volontari, coordinati dalla Protezione Civile, presente anche alla cerimonia conclusiva celebrata dal Vescovo di Bergamo Francesco Beschi: ‘Abbiamo venerato un Santo’, ha detto, ‘che ci ha fatto intuire la bontà di Dio’. Beschi ha poi annunciato l’apertura di Casa Amoris Laetitia, un servizio extra ospedaliero rivolto ai minori con gravi disabilità e alle loro famiglie. L’urna, quindi, è ripartita per il Vaticano, dove potrà essere venerata nella Basilica di San Pietro.

Share This