Via libera all’ingresso di altri enti pubblici in Centro Padane srl, mantenendo comunque fermo il principio della parità di rappresentanza tra i territori di Brescia e Cremona nella compagine sociale.

A deciderlo sono stati, durante l’assemblea di ieri, i due soci fondatori della società nata da una costola di Autostrade Centro Padane con l’obiettivo di supportare le amministrazioni locali nella gestione,direzione lavori e pianificazione di opere stradali e di edilizia pubblica.

La Provincia di Brescia e la Provincia di Cremona, che detengono ciascuna il 50% delle quote, hanno infatti deliberato un aumento di capitale a 625mila euro, di cui 125mila destinati ai nuovi soci. Il primo Comune ad aderire sarà Berzo Demo, che ha già deciso di affidare un’importante attività di progettazione e direzione lavori alla società guidata da Fabrizio Scuri. Nei prossimi mesi verranno organizzati diversi incontri per spiegare l’opportunità agli enti locali.

Share This