Piccolo ma di grande valore, è stato inaugurato la scorsa settimana a Berzo Demo quello che a tutti gli effetti può essere definito un Museo Etnografico.

Situato all’ultimo piano dell’edificio di via Battisti che ospita la scuola media, ha preso forma grazie a un lavoro di raccolta avviato anni fa dalle maestre delle elementari.

I docenti del plesso, coordinati dalla professoressa Cristina Romani, hanno voluto dare continuità a quel progetto, che non aveva mai visto la luce: tutti quegli oggetti “di una volta” che maestre e bambini avevano cercato nelle case del paese e che avevano accantonato sono stati riordinati e catalogati.

Il lavoro ha coinvolto naturalmente gli alunni della secondaria di primo grado, sotto la guida degli esperti della Società Storica e Antropologica di Vallecamonica, che ha seguito la scuola nelle varie fasi di realizzazione dell’esposizione.

A finanziare il tutto l’amministrazione comunale di Berzo Demo, che ha approvato e sostenuto l’idea, che valorizza il passato e le tradizioni del territorio.

Al momento non sono ancora stati stabiliti gli orari e le modalità di visita del Museo Etnografico, ma ben presto si potranno osservare da vicino le decine di attrezzi e suppellettili, arredi e oggetti, che riempiono il salone della scuola.

Quattro gli ambienti in cui ci si potrà immergere per compiere un viaggio nel tempo di almeno un secolo: la scuola di una volta, la vita domestica, il lavoro in miniera e il lavoro nei campi.

Share This