Berzo Inferiore a settembre si cala in un’atmosfera di preghiera e di festa per la sua amata Madonna Pellegrina.

Ricorre quest’anno il 402esimo anniversario dell’apparizione: era il 24 settembre 1616 quando la Madonna si presentò a Marta Damioli, giovane di Berzo, chiedendole di far costruire la nuova parrocchiale per i fedeli. Da allora, ogni anno si ricorda quell’evento.

Il programma prevede l’inizio delle celebrazioni del sacro Triduo di preparazione alla festa il 21 settembre, quando si terranno, nel pomeriggio, le messe nelle RSA della zona. Alle 21 la messa solenne presieduta da don Fabio Mottinelli. Una celebrazione alla quale sono invitati in particolar modo i catechisti.

Sabato 22 alle 20 la messa, presieduta da don Cristian Favalli, durante la quale ci sarà la consacrazione delle famiglie a Maria.

Domenica pomeriggio, dopo la messa di affidamento a Maria dei bambini battezzati negli ultimi 6 anni, si terrà l’inaugurazione dei lavori di sistemazione del campanile e delle campane. Una giornata che sarà allietata dal suono delle nuove campane e dai Campanari bergamaschi. “L’intento – spiega don Damiano Raza – è quello di valorizzare il nostro campanile, uno dei più belli e alti della Vallecamonica. Ecco perché ora ci piacerebbe che qualche giovane del paese si appassionasse all’arte campanaria, come sta avvenendo in altri paesi della provincia”. Don Damiano ha elencato i lavori eseguiti: “Abbiamo ripristinato la tastiera per il suono d’allegrezza e sistemato il pavimento della cella campanaria, che presentava diverse crepe ed era danneggiato dall’acqua piovana. Alcuni volontari poi hanno ripulito tutto il campanile e la sua scala. È tutto pronto: domenica verrà data la possibilità di visitare il campanile”.  Per l’occasione sarà presente un castello di campane della federazione Campanari bergamaschi, che potrà essere provato anche da bambini.

Il Triduo precede il giorno dell’anniversario, lunedì 24 settembre. Una giornata intensa a cui l’intera comunità dell’Unità Pastorale della Valgrigna è invitata. Si inizia alle 11 con la messa solenne presieduta da mons. Giambattista Morandini. Seguirà, nell’ora e sul luogo di apparizione della Vergine, la preghiera di consacrazione alla Madonna, con benedizione solenne e indulgenza plenaria. Nel pomeriggio alle 15,30 la messa per anziani e ammalati, presieduta da don Damiano Raza. Il momento più solenne lo si vivrà la sera, quando è in programma la processione per le vie del paese con la statua della Madonna. Prima della processione la messa in parrocchiale, presieduta dal vicario episcopale don Mario Bonomi.

Share This