Una trentina di biblioteche appartenenti al Sistema Bibliotecario della Vallecamonica potranno beneficiare delle risorse pari a 130mila euro in arrivo dal Ministero per i Beni Culturali che andranno impiegate per l’acquisto di nuovi libri.

Un’importante boccata d’ossigeno anche in corrispondenza con la riapertura delle biblioteche dopo la chiusura dovuta al lockdown. I contributi vanno da un massimo di 10mila euro arrivati alla biblioteca comprensoriale di Breno gestita dalla Comunità Montana e alle Biblioteche comunali di Darfo e di Pisogne, fino a 2mila euro circa per quelle più piccole.

L’entità delle somme è stata calcolata in rapporto alla popolazione, all’utenza e alla quantità di servizi offerti: hanno ricevuto 5mila euro: Angolo Terme, Artogne, Berzo Inferiore, Borno, Capo di Ponte, Cedegolo, Cevo, Cividate Camuno, Esine, Malegno, Malonno, Piancamuno, Piancogno, Ponte di Legno, Sellero, Temù e Vezza d’Oglio.

Le biblioteche comunali di: Berzo Demo, Braone, Cerveno, Gianico, Incudine, Losine, Monno, Niardo, Ono, Saviore, Sonico e Vione invece avranno precisamente 2.143 euro ciascuna.

Share This