Può un trenino di Natale scatenare polemiche e critiche? In tempo di pandemia, sì: così a Bienno la decisione di proporre durante le festività il “Bienno express”, un trenino gratuito per i più piccoli, ha diviso la popolazione. In un anno in cui tutte le manifestazioni, dalla Mostra Mercato a Natale nel Borgo, sono state annullate, secondo alcuni rivedere il trenino è un segnale di speranza e, soprattutto, di normalità per i più piccoli, che hanno sofferto non poco il lockdown.

Secondo la minoranza di “Progetto Bienno e Prestine”, invece, l’iniziativa è fuori luogo, considerato che l’Italia non è ancora uscita dal pieno dell’emergenza sanitaria: “Non possiamo buttare via tutti i sacrifici fatti nell’ultimo anno”, dicono dall’opposizione. Una reazione a cui ha prontamente risposto Massimo Maugeri, sindaco di Bienno, in una lettera aperta alla popolazione: “Nessuna catastrofe”, scrive, “è solo la voglia di dare una parvenza di normalità e calore ai nostri piccoli in un Natale che tanto normale non è. Non facciamoci sconfiggere dal virus, andiamo avanti”.

Intanto, l’inaugurazione del “Bienno Express”, che “viaggerà” in Piazza Benvenuto Mendeni, si sarebbe dovuta tenere martedì scorso, ma è stata rimandata causa maltempo a sabato, alle ore 14:30.

Share This