Di episodi di auto ed autisti ingannati dal Gps e costretti a chiedere aiuto ce ne sono numerosi. L’ultimo è avvenuto proprio durante la prima sera dell’anno ed ha avuto come protagonista una coppia di turisti, rimasti bloccati ai piedi del Mortirolo, sulla vecchia strada militare che durante la Prima Guerra Mondiale permetteva alle truppe italiane di spostarsi tra Corteno Golgi ed Aprica passando per Trivigno.

I due, come detto, sono stati tratti in inganno dal navigatore, che li ha portati sulla salita impervia che conduce al bosco: una strada già difficile da percorrere in estate, ancora di più in inverno, con la neve ed al buio.

La coppia ha quindi, intorno alle ore 21:00, chiesto aiuto ai Vigili del Fuoco che, giunti sul posto, l’ha aiutata a tornare sulla strada ordinaria. E’ solo l’ultimo di una serie di episodi di questo tipo: solo mercoledì scorso, ad Ossimo, un autotrasportatore è finito in una strada di campagna, ritrovandosi a chiedere aiuto, anche lui ingannato dal Gps.

Share This