Si è concluso l’insolito viaggio che ha avuto tra i protagonisti anche la coppia di camuni formata da Vittorio Zaniboni e Lella Avanzini: i due coniugi, insieme ad altre 2711 persone, erano da oltre un mese fermi in mare a bordo della crociera Costa Deliziosa, su cui erano saliti il 5 gennaio scorso per un giro del mondo.

L’11 marzo, ovvero quando l’Organizzazione Mondiale della Sanità ha annunciato la pandemia, i due si trovavano in Australia: Costa ha poi sospeso tutte le crociere in partenza, mentre la nave con a bordo i due camuni è restata in mare per trentotto giorni, prima di trovare un approdo.

A bordo della nave, Vittorio e Lella hanno ricevuto aggiornamenti su quanto stava accadendo in Italia e soprattutto nel Bresciano dal figlio Luca: nel frattempo, hanno dovuto attenersi ad una serie di regole a bordo, sebbene non siano stati segnalati casi di positività al Coronavirus. Nelle ore scorse, finalmente, l’arrivo a Genova e, quindi, in Vallecamonica. La coppia, adesso, in via del tutto precauzionale, dovrà rispettare un periodo di quarantena.

[Foto da Bresciaoggi]

Share This